Inizio > Informazioni sulla rivista
Informazioni sulla rivista

 

Editoriale
Partner
Comitato di redazione
Comitato Scientifico

Editoriale

Via@, rivista internazionale, plurilingue e interdisciplinare

Nel panorama scientifico degli approcci al turismo, l’originalità di questa nuova rivista si basa su quattro scelte fondamentali:

- la scelta dell’interdisciplinarità e del plurilinguismo: ogni autore può scrivere nella sua madrelingua, il che consente di cogliere tutte le sfumature espressive che potrebbero andare perdute in una lingua straniera più o meno ben padroneggiata e al tempo stesso la presenza di traduzioni in altre lingue consente la lettura ad un pubblico più ampio. L’opportunità eccezionale che la rivista offre risiede proprio nella possibilità di pubblicare i propri scritti in tedesco, catalano, spagnolo, francese, italiano o portoghese, ma anche in inglese ed in una terza lingua, incrementando così la diffusione dei risultati delle ricerche più recenti ed innovative, dove l’uso della lingua inglese è troppo esclusivamente predominante. In parallelo il mondo scientifico anglosassone potrà avere accesso ad una letteratura spesso ignorata e ad altri modi di pensare e fare ricerca, il che nel campo delle scienze umane e sociali non può che migliorare la qualità dei risultati degli studi, obiettivo di interesse generale.

- la scelta di pensare il turismo come un oggetto di ricerca interculturale ed un mezzo per accedere a questa dimensione centrale dell’interculturalità nel più ampio contesto della mondializzazione: appoggiandosi sulla struttura di una rete internazionale di collaborazioni consolidate oltre che sul plurilinguismo e l’interdisciplinarità, Vi@ ha come obiettivo quello di far progredire la nostra conoscenza sul turismo e sulle sue implicazioni sociali. La produzione collaborativa di un dizionario delle parole chiave del turismo, con traduzioni e corrispondenze nelle diverse lingue e aree culturali dovrebbe esserne la logica conseguenza.

-la scelta di utilizzare le potenzialità connesse al carattere elettronico di Vi@ in molti modi diversi: innanzitutto i contenuti dei numeri tematici non saranno immodificabili una volta pubblicati, ma resteranno aperti per un certo periodo di tempo per consentire di rispondere alla dinamica scientifica che la pubblicazione dei contenuti può avviare. Verranno poi sfruttate le potenzialità collaborative del web 2.0, particolarmente interessanti nel campo scientifico, dove le interazioni possono essere portatrici sia di senso che di innovazione. In tal modo Vi@ si augura di poter offrire ai suoi lettori internauti – ed in particolare ai giovani ricercatori – grazie alla procedura di registrazione, la possibilità di fornire direttamente il proprio contributo alla rivista, sia inviando delle recensioni critiche di pubblicazioni scientifiche, sia creando dei forum su argomenti di particolare interesse. In alcuni casi questo interesse potrebbe dar luogo a dossier tematici alimentati autonomamente dai lettori.

- la scelta di una rivista open source, rappresentativa di un funzionamento nuovo, aperto, collaborativo e trasparente che esula dalle logiche di mercato e dalle divisioni di scuole o specializzazioni particolari. È la ragione per la quale Vi@ è sostenuta da università di diversi paesi raccolti in un partenariato originale. Ogni ateneo porta il suo contributo al progetto collettivo sulla base delle proprie scelte, mezzi e ambizioni. La lista dei partner della rivista non è chiusa, poiché è aperta ad altri paesi ed altri continenti.

Partner

France  


ADRETs – Association pour le Développement de la Recherche et des Etudes sur les TourismeS

Université d’Avignon et des Pays de Vaucluse

IREST - Université Paris 1 - Panthéon Sorbonne
Belgique  
Université Libre de Bruxelles
Brasil  
Universidade Federal Minas Gerais
Deutschland  
Universität Freiburg
España  
Universidad Nacional de Educación a Distancia - Madrid
Universidad de Sevilla
Universitat Rovira i Virgili - Tarragona
Italia  
Università di Bologna
Portugal  
Universidade do Algarve
Suisse  
Université de Genève
USA  
University of California, Berkeley, TSWG - Tourism Studies Working Group


Comitato di redazione

Direttore della pubblicazione :
Rémy Knafou
, Professeur émérite, Université Paris 1-Panthéon Sorbonne

Segreteria di redazione e webmaster:
Carine Fournier, Maître de conférences, Université de Bretagne Occidentale (Brest)

Salvador Anton Clave, Profesor, Universitat Rovira i Virgili (Tarragone)
Philippe Bachimon, Professeur, Université d’Avignon et des Pays de Vaucluse
Fiorella Dallari, Professore, Università di Bologna
Anya Diekmann, Chargée de cours, Université Libre de Bruxelles
Bernard Debarbieux, Professeur, Université de Genève
Jean-Michel Decroly, Professeur, Université Libre de Bruxelles

Alfonso Fernández-Tabales, Profesor, Universidad de Sevilla
Carine Fournier, Maître de conférences, Université de Bretagne Occidentale (Brest)

Tim Freytag, Professor, Universität Freiburg
Nelson Graburn, Professor emeritus, University of California
Maria Gravari-Barbas, Professeur, Université Paris 1-Panthéon Sorbonne

Sébastien Jacquot, Maître de conférences, Université Paris 1-Panthéon Sorbonne
Alessia Mariotti, Ricercatore confermato, Università di Bologna
Júlio da Costa Mendes, Maître de conférences, Universidade do Algarve
Allaoua Saadi, Professeur, Universidade Federal de Minas Gerais
Jean-François Staszak
, Professeur, Université de Genève

Antonio Zárate-Martín, Profesor, Universidad Nacional de Educación a Distancia (Madrid)


accesso alla presentazione dettagliata del Comitato Editoriale

Comitato Scientifico

Adyr Balestreri Rodrigues, Universidade de São Paulo, Brasil, Geografia
Mohamed Berriane, Université Mohammed V, Rabat, Maroc, Géographie
Roberto Cellini, Università degli Studi di Catania, Italia, Economia politica
Tiziana Cuccia, Università degli Studi di Catania, Italia, Politica Economica
Susan Fainstein, Harvard University, United States of America, Urban planning
Michael Di Giovine, University of Chicago, United States of America, Anthropology
Daniel Hiernaux, Universidad Autónoma Metropolitana Iztapalapa, México, Geografía
Eric T. Jennings, University of Toronto, Canada, History
Lucie K. Morisset, Université du Québec à Montréal, Canada, Histoire de l'architecture et de l’urbanisme
Claudio Minca, Wageningen University, Netherlands, Geography
Yoel Mansfeld, University of Haifa, Israel, Tourism Planning & Development
Douglas Pearce, University of Wellington, Victoria, New Zeland, Tourism Management
Christine Petr, Institut d’Etudes politiques de Rennes, France, Marketing
David Picard, Universidade Nova de Lisboa, Portugal, Antropologia
Mike Robinson, Director, The Ironbridge Institute College of Arts and Law, The University of Birmingham, United Kingdom, Political Science
Jarkko Saarinen, University of Oulu, Finland, Geography
Ouidad Tebaa, Doyenne de la Faculté des Lettres de l'université Cadi Ayyad, Marrakech, Maroc, Lettres et Etudes culturelles
Tatjana Thimm, Hochschule Konstanz, Deutschland, Tourismusmanagement
Jordi Tresserras Juan, Universitat de Barcelona, España, Ciències Polítiques
José Fernando Vera Rebollo, Director del Instituto Universitario de Investigaciones Turísticas de la Universidad de Alicante, España, Geografía

NOVITĄ

Fotografie

Carte

Notizie in breve

Recensioni
ATTUALITĄ
Conferenze
Pubblicazioni
Call for papers
Tesi
 
la rivista

Tutti i numeri
Ultimo numero
Informazioni sulla rivista
Indice
Come pubblicare

Via@ 2.0
Lettera d'informazione
Flusso RSS
Scrivi una mail
ISSN in corso

 

 

CA DE EN ES FR PT